Risparmio sulla Spesa: Suggerimenti Utili

Risparmiare sulla spesa, coi tempi che corrono, è diventato un imperativo d’obbligo per affrontare la crisi nel migliore dei modi. Qualche piccolo accorgimento può aiutarci a ridurre i costi della spesa, talvolta anche del 50%, senza per questo rinunciare alla qualità.

Risparmio sulla Spesa

Ormai è risaputo che una delle voci di spesa che maggiormente incidono sul bilancio delle famiglie è quella legata all’acquisto di prodotti alimentari.

Per riuscire a mangiar bene riducendo al massimo i costi, basta mettere in pratica delle semplici accortezze di sicura efficacia.

Risparmiare sulla spesa: espedienti incisivi

Una delle prime regole da adottare per spendere meno comprando da mangiare riguarda la pianificazione di una lista della spesa, da seguire alla lettera.

Si comincia controllando il frigo e la dispensa, per evitare di comprare cose già presenti nella nostra cucina.

Si passa poi a stilare una sorta di menu settimanale, che consenta di sapere fin nei minimi dettagli cosa comprare e cosa no.

Successivamente, ricorrendo ai tanti servizi di comparazione prezzi online dei prodotti nei supermercati, che permettono di sapere, per ogni specifico prodotto, dove costa meno.

Certo, non è una buona idea girare più negozi se alla fine ciò che si riesce a risparmiare sul prezzo viene speso in tempo e carburante.

Per fortuna in quasi tutti i siti web di comparazione, è possibile sapere, a parità di prezzi dei prodotti acquistati al supermercato, l’ammontare complessivo della spesa.

Quindi si inserisce la lista, si controlla il prezzo, e alla fine si può decidere di andare a comprare dove l’importo risulta essere il più conveniente.

Altro suggerimento utile per abbattere il costo delle spese alimentari, riguarda la scelta dei prodotti a marchio, molto più convenienti rispetto a quelli tradizionali, e quasi sempre identici non solo negli ingredienti, ma addirittura anche riguardo il luogo e lo stabilimento di produzione.

Accorgimento successivo, che probabilmente richiederebbe un articolo a parte, riguarda l’acquisto di prodotti agro alimentari.

Spesso sentiamo dire che acquistare frutta, verdura, latticini e formaggi direttamente dai produttori della zona non solo fa risparmiare, ma aiuta l’economia locale, permette di nutrirsi meglio e riduce l’impatto ambientale.

Purtroppo non sempre è così, per i seguenti motivi: talvolta i prezzi sono più alti della media nazionale e non si può avere alcuna certezza che siano stati effettivamente prodotti da colui che li commercializza.

Come fare allora per essere certi che i prodotti agroalimentari acquistati provengano effettivamente dal territorio, e siano davvero convenienti da acquistare?

L’unico modo certo è quello di recarsi direttamente in azienda, ovvero nei luoghi di produzione, ed accertarsi che quanto acquistato sia davvero prodotto o coltivato in loco.

Continuando coi suggerimenti utili per risparmiare sulla spesa per il cibo,  non si può fare a meno di consigliare di coltivare l’orto, spazio permettendo.

Insalata, pomodori, zucchine, melanzane patate e carote si possono piantare in pochissimo spazio (anche nei vasi sul terrazzo o sul balcone ad esempio) e a fine anno si ottiene un risparmio di diverse centinaia di euro.

Il fai da te per risparmiare sulla spesa, non riguarda solo la coltivazione dell’orto in casa, ma anche la buona abitudine di preparare in casa il pane, la pizza, la pasta, i biscotti, le merende,le conserve, gli yogurt, le marmellate, ecc.

Questa consuetudine non solo aiuta a spendere meno, ma permette anche di nutrirsi in modo più genuino, visto che si può avere un controllo sugli ingredienti diversamente impossibile.

Altro punto importante che permette un reale risparmio sulla spesa è rappresentato dagli acquisti di gruppo attraverso i Gas(gruppi di acquisto solidale) che permettono di abbattere i costi di intermediazione (l’acquisto è diretto dal produttore al consumatore), traducendosi in un prezzo finale largamente ridotto.

Inoltre, non bisogna mai scordare le utili e intramontabili regole d’oro della nonna: preparare piatti semplici, consumare molti legumi, comprare tagli di carne meno pregiati e più convenienti.

Sconsigliatissimo infine, l’acquisto di piatti pronti che possono arrivare a costare fino a 5 volte di più rispetto alla preparazione dei medesimi cibi in casa, che possono essere fatti semplicemente organizzandosi e trascorrendo un tempo maggiore davanti ai fornelli.

Resta sempre valida ed efficace l’abitudine di controllare prezzi e offerte sui volantini dei supermercati: il risparmio sulla spesa è assicurato.

VOTA L'ARTICOLO:

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(11 voti - media: 9,09 su 10)
Loading...