Spesa e Risparmio Leggendo le Etichette

Leggere le etichette è un buon metodo per risparmiare. Spesso infatti, ci sono prodotti identici con marchi diversi, uguali in tutto e per tutto e realizzati nella stesso stabilimento. Cambia solo il prezzo. Per risparmiare, ci vuole solo il tempo di scovarli. Una nuova risorsa web ci aiuta a farlo.

Come risparmiare sulla spesa leggendo le etichette

In altri articoli precedenti abbiamo avuto modo di spiegare altri sistemi utili per risparmiare facendo la spesa. Il suggerimento di oggi √® l’ennesimo importante tassello che, aggiunto a tanti altri, pu√≤ contribuire in modo considerevole a ridurre le spese per il cibo, i detersivi e tante altre cose.

I prodotti di cui stiamo parlando, altro non sono che le cosiddette private label conosciute anche come prodotti a marchio che costano meno degli altri pur essendo della stessa identica qualità.

Per comprendere i motivi che stanno alla base di tale scelta commerciale e di marketing adottate da tutte le imprese della grande distribuzione organizzata, vi rimando a consultare l’articolo sopra indicato.

Quello che si vuole evidenziare in questo post è solo il fatto che, leggendo le etichette, si può scoprire che un prodotto spesso costa meno solo perchè ha un nome meno conosciuto o meno pubblicizzato di un altro.

Riuscendo a scoprire quali sono questi fatidici prodotti, si può arrivare a risparmiare parecchi soldini ogni volta che si fa la spesa.

Purtroppo l’impresa √® abbastanza impegnativa e dispendiosa in termini di tempo. Bisogna leggere dettagliatamente le etichette, confrontarle, consultare la lista degli ingredienti, il luogo e lo stabilimento di produzione, ecc. Una cosa non da poco.

Magari qualcuno di noi di noi √® riuscito a scoprire che il caff√® x √® identico al caff√® y, in tutto e per tutto (ingredienti, luogo e stabilimento di produzione) , ma il secondo costa meno; qualcun altro ha trovato un latte di marca sconosciuta che √® il medesimo del marchio che vediamo spesso scorrere nelle pubblicit√† in tv ma ha un prezzo minore, qualcun altro ancora ha trovato uno yogurt per cui vale la stessa cosa, e cos√¨ via all’infinito.

Perch√® allora non mettere insieme tutti i prodotti che noi stessi cittadini consumatori riusciamo a scovare? Probabilmente partendo da tali riflessioni √® nato il progetto Io Leggo l’Etichetta, un sito web (da un’idea di Raffaele Brogna) che fin da subito ha riscosso il consenso di tutti.

Il motivo è presto detto: così come viene riportato sul sito, su una spesa media di 60 prodotti settimanali potete risparmiare fino a 120 euro al mese. A fine anno avrete recuperato oltre 1400 euro.

Un bel risparmio, non c’√® che dire. E visti i tempi che corrono, di certo fa comodo a tutti.

Il bello √® che ognuno di noi pu√≤ contribuire, arricchendo man mano l’elenco di prodotti che possono essere acquistati a prezzo inferiore, senza per questo dover rinunciare alla qualit√†. Praticamente, il risparmio √® assicurato.

LEGGI ANCHE

  • Il caro prezzi continua a pesare sul bilancio delle famiglie ed √® indispensabile trovare il modo per risparmiare su tutto. Si pu√≤ fare a meno di tante cose superflue, ¬†ma non rinunciare a fare la…
  • La possibilit√† di fare la spesa senza soldi √® offerta a chi si trova in difficolt√† economica, grazie all'impiego di una card rilasciata dai servizi sociali e permette di comprare offrendo al posto del denaro…
  • Supermercati e spesa alimentare su internet: la nuova frontiera del risparmio. Fare la spesa pu√≤ essere conveniente anche online. Il primo risparmio √® in ordine di tempo in quanto non c'√® pi√Ļ bisogno di recarsi…