Spesa Low Cost coi Last Minute Market

Last minute market: gli outlet del cibo prossimo alla scadenza in grado di ridurre gli sprechi e aiutare le persone in stato di bisogno. Il progetto ha già riscosso l’interesse di molte catene della grande distribuzione che trovano vantaggioso abbattere le spese per lo smaltimento di rifiuti e ridurre gli sprechi.

Last Minute Market

Cibi che scadono a breve ma sono ancora buoni da mangiare, frutta leggermente ammaccata, alimenti integri ma con etichette stampate male o confezioni semplicemente antiestetiche perchè la scatola magari è solo leggermente rovinata.

Prodotti che vengono ritirati dalla vendita pur essendo sostanzialmente ancora impeccabili e che altrimenti andrebbero a finire irrimediabilmente in discarica.

Grazie ai Last Minute Market tali prodotti vengono riutilizzati in giornata dalle numerose associazioni onlus che assistono i più poveri riducendo inoltre la mole di rifiuti immessi nell’ambiente.

Vantaggio per le aziende, benefici per le persone bisognose e rispetto dell’ambiente.

Cosa sono i Last Minute Market

Sono il frutto di una società di capitali nata nel contesto della ricerca tecnologica dell’Università di Bologna nel 1998, divenuta una realtà imprenditoriale nel 2003 operando in tutta Italia.

Di cosa si occupano Last Minute Market

Sviluppano progetti territoriali finalizzati al recupero dei beni invenduti (o non commercializzabili) a favore di enti caritativi.

Con più di 40 progetti attivi su tutto il territorio nazionale, ha consolidato un metodo di lavoro efficace ed efficiente che permette di attivare in maniera progressiva il sistema donazioni/ritiri tenendo sotto controllo gli aspetti nutrizionali, igienico-sanitari, logistici e fiscali.

Progetti ad alto contenuto innovativo, studiati su misura degli interlocutori, si realizzano così grazie allo stretto contatto tra il mondo universitario della Facoltà d’Agraria dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e attori imprenditoriali e istituzionali.

Obiettivi dei Last Minute Market

Contribuire alla riduzione dello spreco in tutte le sue forme, prevenire e ridurre i rifiuti attraverso la valorizzazione dei beni invenduti con effetti positivi dal punto di vista ambientale, sociale, economico e nutrizionale.

Il progetto si è sempre occupato di analizzare tutti i passaggi delle filiere agroalimentari e individuare dove e perché si originano gli sprechi mettendo a punto in pochi anni un innovativo sistema professionale di riuso di beni invenduti dalla Grande Distribuzione Organizzata.

I modelli logistico-organizzativi adottati, permettono di recuperare in totale sicurezza tutte le tipologie di prodotto, inclusi i prodotti che rientrano nelle categorie dei “freschi” e “freschissimi”.

LMM infatti NON gestisce direttamente i prodotti invenduti, non ha magazzini né mezzi propri per il ritiro. LMM permette l’incontro diretto tra “domanda” e “offerta” e si occupa della scrupolosa messa in sicurezza di tutte le fasi del sistema.

Nel corso degli anni il modello è stato esteso ad altre tipologie di beni e di attività commerciali e produttive, intervenendo ovunque si “producano” sprechi.

Campi d’azione

Oggi, le attività di LMM si articolano intorno alle seguenti tipologie di prodotto:

LMM-FOOD: prodotti alimentari, eccedenze di attività commerciali e produttive;
LMM-HARVEST: prodotti ortofrutticoli non raccolti e rimasti in campo;
LMM-CATERING: pasti pronti recuperati dalla ristorazione collettiva (es. scuole, aziende);
LMM-PHARMACY: farmaci da banco e parafarmaci prossimi alla scadenza;
LMM-BOOK: libri o beni editoriali destinati al macero;
LMM-NO FOOD: tutti i beni non alimentari.

Servizi Innovativi

Nello scorso aprile Last Minute Market ha messo in campo a Ferrara un nuovo servizio denominato Ancora Utili, al fine di raccogliere e riutilizzare i medicinali non scaduti provenienti dalle donazioni di privati cittadini, ambulatori e strutture ospedaliere a favore degli Enti no profit.

Carocibo:un indicatore ideato da Last Minute Market e da Econometrica società di studi economici e comunicazione, con la collaborazione della Facoltà di Agraria di Bologna, che consente di monitorare sia l’entità che gli incrementi nel tempo della spesa alimentare, facendo riferimento ad una dieta tipo costruita sulle necessità quotidiane di un uomo adulto.

L’unico indicatore (tra quelli noti) ad offrire dati in termini assoluti, i quali hanno il vantaggio di essere immediatamente compresi da chi li consulta. Il servizio è rivolto alle catene della GDO, agli enti pubbblici che voglio tenere monitorato l’andamento dei prezzi della spesa alimentare degli italiani.

Altre iniziative intraprese

Last Minute Market ha realizzato inoltre altre iniziative collaterali finalizzate alla riduzione degli sprechi. Ad esempio ha contribuito in maniera attiva e determinante alla promozione della Legge Antisprechi (ddl 24.12.2007 n° 244) che ha permesso di incentivare la donazione di beni non alimentari.

La riduzione degli sprechi oltre ad essere uno strumento sociale ed ecosostenibile, talvolta, come in questo caso, può diventare un business.

VOTA L'ARTICOLO:

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(8 voti - media: 9,00 su 10)
Loading...